• Ci occupiamo di case, ma sopratutto di persone.

9.00 a 19.30

Lunedì al Sabato

Via Aldo Moro 24

San Mariano, Corciano (PG)

0755181218

tecnoimmobiliare7@gmail.com

Confronta gli annunci

CONFORMITÀ URBANISTICA E CATASTALE

CONFORMITÀ URBANISTICA E CATASTALE

 

 

Tempo fa mi sono imbattuta nella vendita di una vecchia casa in un piccolo centro nei dintorni di Perugia, sembrava tutto in ordine, la planimetria depositata in catasto era corrispondente allo stato di fatto, la successione regolare.

Ho trovato l’acquirente e ho raccolto una regolare proposta d’acquisto.

Ho contattato il tecnico che aveva gestito le pratiche edilizie in passato e abbiamo scoperto una serie di problematiche: la planimetria accatastata non era conforme alle concessioni in sanatoria rilasciate all’epoca, c’era da definire un vecchio condono e condonare un più recente abuso, tra l’altro il terreno su cui era stata realizzata la strada d’accesso alla casa era intestato, per una piccolissima porzione, ad un vicino.

Per regolarizzare il tutto ci sono voluti tre mesi ed una ingente somma di denaro.

 

Questa storia insegna che quando si tratta la vendita di vecchie case il proprietario, prima di metterla in vendita, deve verificare la perfetta regolarità urbanistico-catastale e l’unico modo per far questo è incaricare un tecnico che farà un accesso agli atti nel Comune di competenza verificando licenze edilizie, concessioni, condoni, eventuali SCIA, CILA, etc..

In Toscana ed in Emilia per poter stipulare un atto è obbligatoria la cosiddetta “relazione di rispondenza edilizia e conformità catastale” firmata da un tecnico abilitato, questa prassi evita che ci possano essere dei contenziosi anche successivi all’atto notarile di compravendita.

Questo può succedere perché anche gli stessi notai stipulano alle volte ignari di certe irregolarità fidandosi delle dichiarazioni del venditore.

Mi auguro che questa prassi diventi presto obbligatoria anche in Umbria.

 Questo documento finalmente risponderà all’esigenza di tutelare il venditore  che non dovrà più fornire all’atto notarile dichiarazioni di contenuto tecnico che non è in grado di rendere con competenza specifica rischiando di vedersi annullato l’atto e tutelare l’acquirente che sarà certo di acquistare un immobile perfettamente in regola con le norme urbanistiche e catastali.

Antonella Carotenuto   

Vuoi una consulenza GRATUITA? Chiama senza impegno: 075 5181218

 

 

 

 

img

Tecnoimmobiliare

Post correlati

ECOBONUS E SISMABONUS – DETRAZIONI AL 110%

L'ecobonus e sismabonus con detrazione al 110%, hanno avuto finalmente la conferma ufficiale con la...

Continua a leggere
di Tecnoimmobiliare

DEMOLIZIONI PARETI INTERNE

  DEMOLIZIONI DI PARETI INTERNE La demolizione delle pareti interne è una necessità a...

Continua a leggere
di Tecnoimmobiliare

“APE” LA NORMATIVA SULLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMMOBILI

La normativa, in vigore dal 01/10/2015, prevede alcune novità importanti sul piano energetico....

Continua a leggere
di Tecnoimmobiliare

Partecipa alla discussione